Villa Pastega-Manera

  • Area Progetto

    Commerciale

  • Committente

    Fabrica Spa

  • Progetto architettonico

    Tadao Ando Architect & Associates

  • Progetto strutturale

    Ing. Giandomenico e Luigi Cocco

  • Coordinamento progetto

    Ing. Eugenio Tranquilli

  • General Contractor

    Impresa CEV

“Noi dobbiamo creare spazi archittettonici attraverso i quali sia possibile suscitare – così come avviene per mezzo della poesia e della musica – senso di sorpresa, desiderio di scoperta, stimolo intellettuale, pace e gioia di vivere”.

Così, per l’ampliamento ipogeo di Villa Pastega-Manera, l’architetto Tadao Ando ha pensato il progetto, poi realizzato da CEV, che ospita il Centro di Ricerca sulla Comunicazione Fabrica. I nuovi volumi progettati da Ando sono inseriti nel parco di una villa seicentesca, in un vero e proprio dialogo architettonico tra modernità e storia.

La parte originaria della villa, le “barchesse”, destinata a laboratori e a un auditorium, è stata ristrutturata con attenzione filologica sia per la scelta dei materiali che delle tecniche costruttive: laterizi antichi e finiture in marmo, pavimenti “alla palladiana” e in legno.

Nella realizzazione dei nuovi volumi, il grande architetto giapponese ha fatto un ampio ricorso al cemento armato a vista, cifra stilistica della sua opera. Ando ha creato i laboratori, gli uffici e una biblioteca elicoidale attorno a una piazza ellittica porticata posta a circa dieci metri al di sotto del piano di campagna e alla quale si accede attraverso un’ampia scalinata.

Una serie di colonne alte dodici metri in calcestruzzo architettonico monolitico attraversa lo spazio riflettendosi negli specchi d’acqua: una vera e propria ricerca architettonica che unisce i dettami dell’opera di Ando a quelli della cultura tradizionale della villa veneta.

VIDEO – LUCELight, architetture contemporanee nel Veneto

Regione del Veneto
Direzione Beni Culturali
Directed and edited by Francesco Mansutti