Palazzo ex Unione Militare

  • Area Progetto

    Commerciale

  • Committente

    Sigi Srl

  • Progetto architettonico

    Architetti Massimiliano e Doriana Fuksas

  • Progetto strutturale

    Ing. Giandomenico e Luigi Cocco

  • Coordinamento progetto

    Ing. Michele Zanella

  • General Contractor

    Impresa CEV

Lo storico edificio seicentesco, in via del Corso nel pieno centro storico di Roma, è stato oggetto di una complessa opera di rinforzo strutturale e riqualificazione funzionale su progetto dell’ Architetto Massimiliano Fuksas. CEV, in qualità di general contractor, ha realizzato e coordinato di tutte le fasi costruttive, dallo scavo archeologico alle opere di sottofondazione strutturale, dai solai in carpenteria metallica alle finiture interne ed esterne.

Dovendo operare in un delicato contesto urbano come quello del centro storico di Roma a due passi da Piazza di Spagna, CEV ha adottato un innovativo sistema di intervento per la realizzazione degli elementi strutturali: gli esistenti elementi strutturali interni all’edificio sono stati infatti demoliti e ricostruiti procedendo dall’alto verso il basso con la tecnica denominata “top down”; in questo modo si è evitato di indebolire l’involucro dell’edificio durante le operazioni di svuotamento interno necessarie alla realizzazione delle nuove strutture portanti.

La tecnica top down ha consentito inoltre di contenere le invasive opere provvisionali esterne all’edificio e necessarie al mantenimento degli antichi paramenti murari che sono stati oggetto di consolidamento e restauro sotto la supervisione della Sovraintendenza ai Beni Architettonici di Roma.

Anche le antiche fondazioni dell’edificio e della nuova struttura in carpenteria metallica sono state rinforzate mediante sottofondazioni realizzate con pali infissi in profondità e collegati da una platea in calcestruzzo armato.

L’elemento dominante del progetto è costituito dalla “lanterna” di acciaio e vetro che, con circa 3.200mq di superficie, attraversa tutti i solai dell’edificio per affiorare in copertura dando luogo ad una volta trasparente alta fino a 7,5 metri sotto la quale trova ora posto l’area ristorante con una vista a 360° sulla città di Roma,

L’edificio si sviluppa per 6.400 mq e sono stati impiegati 280 giorni lavorativi per i delicati scavi archeologici sotto la sorveglianza della Sopraintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma; Per la realizzazione completa dell’edificio con la formula “chiavi in mano” sono stati necessari circa 800 giorni di attività di cantiere con punte di 130 operatori che hanno lavorato contemporaneamente per l’esecuzione dell’edificio.
Tutti i lavori sono stati coordinati da CEV sotto la sorveglianza della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma.

VIDEO – Strutture, solai e restauro

Con spettacolari riprese aeree, time-lapse e interviste a tecnici e ingegneri di Impresa Cev, il video ripercorre circa otto mesi di lavorazioni.

VIDEO – Le demolizioni

Video documentario sulle fasi di demolizioni e consolidamento strutturale del palazzo Ex Unione Militare a Roma.