Centro Direzionale Terraglio 2

  • Connector.

    Area Progetto

    Direzionale

  • Connector.

    Committente

    Sant’Ambrogio Immobiliare Srl

  • Connector.

    Progetto architettonico

    Studio ing. Tiziano Bonato in collaborazione con l’Arch. Fabrizio Fontana

  • Connector.

    Progetto strutturale

    Ing. Tiziano Bonato

  • Connector.

    Progetto impianti

    Ing. Vincenzo Conte

  • Connector.

    General Contractor

    Impresa CEV

Il centro direzionale Terraglio 2, ora sede del CentroMarca Banca, realizzato da CEV in qualità di general contractor, nasce dalla riqualificazione di un’area industriale invasa da superfetazioni ed edifici fatiscenti. Il progetto prevedeva la liberazione del lotto per consentire il recupero di un palazzo di pregio, posto al centro dell’area, attorno al quale è stata sviluppata la volumetria della nuova costruzione.

Il palazzo, di valore storico, è stato recuperato attraverso l’utilizzo di materiali tradizionali coevi alla costruzione originale ridando vita a decori di facciata, cornici e arricchimenti architettonici. Le fondazioni sono state consolidate utilizzando moderne tecnologie costruttive ed è stato possibile scavare a ridosso dell’esistente villa grazie all’utilizzo di micropali di fondazione collegati a travi di calcestruzzo. Il nuovo edificio possiede una struttura in cemento armato, con solai in lastre prefabbricate e getto integrativo in opera. Le facciate principali dell’edificio, sono state risolte secondo gli schemi dell’architettura contemporanea, le chiusure verticali sono in facciata continua con schermatura di tipo brise soleil esterna ideata dall’architetto e sviluppata da CEV tramite una struttura in acciaio che sostiene delle lastre in firbocemento in tre colori e finiture differenti. Tutti gli impianti corrono al di sotto di pavimenti flottanti, garantendo la massima flessibilità nella gestione dei volumi interni e nella semplicità di manutenzione degli stessi.

Particolare attenzione è stata posta nella scelta e nella posa dei serramenti, con vetrature basso-emissive che unite a serramenti estremamente performanti e alle schermature in “Fibre C”, hanno portato al minimo la dispersione termica. Terminato in soli 14 mesi l’edificio è stato inaugurato nel gennaio del 2008.

La superficie territoriale su cui si sviluppa l’intervento è di oltre 12mila mq e la volumetria complessiva dell’edificato, compreso il piano interrato, è di circa 6.800 mc.